Sansa di oliva disoleata

 

Sansa di oliva disoleata

La sansa di oliva disoleata è un prodotto ecologico ed economico. Viene utilizzata quasi esclusivamente come combustibile per le caldaie adibite al riscaldamento di abitazioni, serre e impianti sportivi.

La sansa disoleata viene utilizzata come biomassa per le centrali per la produzione di energia elettrica (D.M. 23/06/2016), le fornaci per calce, per la produzione di laterizi, per i forni di pizzeria e panifici, in quanto si garantisce un risparmio medio del 70% – 80% rispetto ai normali combustibili fossili.

La sansa di oliva disoleata (Art. 184 Bis D.lgs 152/06), chiamata “esausta”, è un combustibile povero, in quanto grazie al suo basso costo, può venir incontro alle diverse esigenze di un ampio ventaglio economico.

Può trovare, inoltre, impiego anche nel settore della produzione di composti per la preparazione di fertilizzanti organico-minerali. La sansa disoleata, spesso, è utilizzata anche nel settore vivaistico, sostituendosi alla torba, materiale il cui costo è nettamente superiore.